Home Famiglia Cabella

In Primo Piano

Laboratorio Gastronomico

Laboratorio gastronomico e pasta fresca


 

Salame De.Co. di Sant'Olcese

Denominazione Comunale di Origine per il salame di Sant'Olcese


 

Sanguinaccio

sanguinaccio_small1

Il ritorno del BERODO

Messaggio

Messaggio
  • Questo sito fa uso COOKIES

    Questo sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie qui usati permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Continuando la navigazione accettate l'uso dei cookies.

    Informativa estesa sui Cookies

PDF
La famiglia Cabella

cabella_angelaTutto cominciò prima della Grande Guerra quando Angela Cabella, figlia di Giovanni Battista Giorgio, fratello del Rettore di San Carlo Cese, inusuale per l'epoca figura di dinamica e risoluta donna imprenditore, fondò una piccola azienda artigianale specializzata nella produzione e nella commercializzazione del tradizionale Salame di Sant'Olcese.

Nello stabile, fatto costruire ai primi del secolo dalla madre Serafina, nel centro del paese, vennero ricavate la macelleria, il salumificio, la trattoria ed un locale di stazionamento per carri e cavalli dove il fratello Giorgio avviò una azienda di trasporti; qui inoltre, durante l'ultimo conflitto mondiale, stazionarono alcuni elementi delle truppe germaniche che presidiavano le alture di Genova.
La fondatrice sposò nel 1911 Andrea Pedemonte, figlio di Giovanni Pedemonte, trasferitosi a fine secolo, dal luogo omonimo a Sant' Olcese per aver sposato una ragazza del posto.

cabella_famigliaPrima di andarsene precocemente, Andrea dette alla consorte un figlio battezzato con i nomi di Giovanni Battista Vittorio, il quale dette origine al ramo dei Pedemonte - Cabella.

Gli attuali dirigenti della ditta sono i figli Giò Battista, Adriano Vittorio ed il primogenito Gino Angelo Pedemonte Cabella; i figli di quest'ultimo Andrea Giuseppe e Rossella Angela, rispettivamente dottore in storia moderna e dottore commercialista, sono quindi gli eredi designati alla guida della storica azienda.

Nello stabilimento recentemente rimodernato secondo i più attuali criteri di legge e di tecnica, si produce il salame secondo l'antica ricetta santolcesina: metà di carne bovina, metà di carne suina, con l'aggiunta di aglio e vino della Valpolcevera. Una ricetta esaltata dalle particolari caratteristiche dell'aria locale che rende inconfondibile il rinomato insaccato.

Accanto al principale prodotto tipico, esportato dagli Stati Uniti ad Hong Kong, il Salumificio Cabella firma anche la Bresaola, la testa in cassetta e l'antica Mostardella, considerato un tempo "il salame dei poveri" per il su carattere più filaccioso, ed oggi ricercatissimo dai cultori delle antiche ricette liguri.

Nel corso dei numerosi anni di attività, la ditta fondata da Angela nel 1911 ha ricevuto molti riconoscimenti tra i quali, LA MEDAGLIA D' ORO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI GENOVA e la qualifica di FORNITORI UFFICIALI DI S.A.R. IL PRINCIPE AMEDEO DI SAVOIA DUCA D'AOSTA.